Parte la campagna per il Reddito Minimo Garantito in Irpinia 

4 dicembre 2015

Uno strumento per la dignita’ contro la povertà, il lavoro nero e la camorra.
Un contributo mensile di 583€ a coloro i quali vivono in condizioni di poverta’ a causa di un lavoro precario, mal retribuito e a chi un lavoro non ce l’ha!!

12289476_138966836468595_3507646453477938121_n

E’ questa la proposta che avanzano i promotori della campagna di raccolta firme per la presentazione di una legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Reddito Minimo Garantito in Campania.

Oggi si lavora e si vive a “testa bassa” perche’ non si ha un’alternativa, per la paura di perdere anche quel po’ che si ha, anche se sfruttati e mal pagati…ma meglio di niente!

Il reddito minimo garantito puo’ costituire uno strumento per pretendere un’equa e giusta retribuzione, un salario di dignita’ per uscire dal lavoro nero.

Una forma di sostegno al reddito che amiamo definire di “dignità” in quanto costituisce un’alternativa all’atteggiamento di resa di fronte alla disperazione di non avere un lavoro. Esso costituirà un incentivo, una forza contrattuale maggiore, un’alternativa concreta nel reagire – spesso nell’isolamento più totale – ai ricatti dei datori di lavori, all’accettare qualsiasi tipo di lavoro e di salario.

Anche ad Avellino e’ nato un comitato provinciale per il reddito minimo garantito, composto da attack irpinia, rouge spa lioni, io voglio restare in irpinia, rete della conoscenza, fiom, giovani comunisti e prc, no eolico selvaggio, cub, coordinamento irpino no triv, che si impegnera’ a raccogliere le firme fino al 28 febbraio 2016, termine ultimo.12316238_138974966467782_7025555248636760002_n

A livello regionale servono almeno 10.000 firme ed e’ un obiettivo che da Avellino vogliamo contribuire a far raggiungere impegnandoci quotidianamente.

La vera sfida, quella decisiva, sara’ poi costruire un movimento di soggetti reali che dopo il 28 febbraio 2016 spinga la regione campania ad approvare la legge cosi’ come’; pertanto il comitato lavorera’ affinche’ l’impegno di tutti e tutte non finisca nell’apporre una firma ma continui in percorsi di partecipazione e mobilitazione.

 

Comitato Reddito Minimo Irpinia

attack irpinia, rouge spa lioni,

io voglio restare in irpinia,

rete della conoscenza, fiom,

giovani comunisti e prc,

no eolico selvaggio, cub,

coordinamento irpino no triv

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>