ll silenzio della polvere

18555954_10208940919896214_7962861369122248592_n

Mercoledi’ 24 Maggio 2017, Ore 18.00

Ex Sanacore, Piazza E. Scola, Ariano Irpino

Attack Irpinia presenta:

Il Silenzio della polvere, di Antonello Petrillo

“Negli anni Ottanta, in una piccola città del Meridione interno, centinaia di giovani vengono radunati su di un piazzale in periferia. A tutti coloro che hanno meno di vent’anni viene chiesto di fare un passo in avanti: un’impresa, costituita per l’occasione, li assumerà per effettuare una delle operazioni più inquietanti della storia industriale del nostro Paese. A mani nude, senza mascherine né tute protettive, decoibenteranno dall’amianto – in pieno centro abitato – poco meno che l’intero parco rotabile (vagoni ed elettromotrici) delle Ferrovie dello Stato. L’indagine socioetnografica di URiT ricostruisce attraverso le biografie dei sopravvissuti (operai e abitanti del quartiere, molti dei quali gravemente ammalati), le omertà e i silenzi delle istituzioni di controllo e del ceto politico locale: una vicenda apparentemente incredibile, che può essere invece considerata un paradigma delle modalità attraverso le quali alcuni territori, economicamente e socialmente “deboli”, sono stati costituiti in sede privilegiata per la localizzazione di lavorazioni pericolose.”

Ne discuteremo con:

Francesco Festa  ,           Attack Irpinia
Luca Orsogna,                 Ariano In Movimento
Nicola Abrate,                 Comitato Lavoratori in Lotta Ex Isochimica.
Antonello Petrillo,        curatore del libro, insegna Sociologia Generale e Topografie dello Spazio Sociale presso l’Università di Napoli “Suor Orsola Benincasa”, dove dirige URiT, Unità di Ricerca sulle Topografie sociali finalizzata allo studio dei dispositivi di controllo e gestione dello spazio e dei corpi all’interno delle dinamiche globali del tardoliberalismo e delle pratiche di resistenza da esse generate a livello locale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>